Iniziano le belle giornate e i capelli di mia figlia sono sempre più belli, ricci e biondi, ma anche difficili da pettinare! Stanno inoltre iniziando ad essere un po’ sfibrati ed avrebbero proprio bisogno di una spuntatina!! Mentre oggi le asciugavo i capelli le ho chiesto:

“che ne pensi? Ti taglio i capelli?”

E lei “no!! Andiamo dalla parrucchiera!”

Devo dire che sono rimasta alquanto sorpresa di questa affermazione in quanto i ricordi dell’ultima volta (in occasione del suo primo taglio di capelli) non sono affatto piacevoli, almeno per quanto mi riguarda!🙂 La scorsa estate, dopo 20 mesi, mi sono decisa a tagliarle i capelli! Durante tutto il primo anno di età non mi sono posta questo problema visto che era pressochè pelata!!🙂 Anzi!!! aspettavo che allungassero quei bei riccioli biondi per iniziare a mettere fermacapelli decorati e simpatici elastici (cosa che non avevo potuto fare da piccola su me stessa visto che mia madre me li tagliava sempre!!!!😦 ). Così un giorno la porto dalla mia parrucchiera di fiducia! Non me la sentivo affatto di tagliarle io i capelli, nonostante abbia una buona manualità. All’arrivo lei è subito attratta da tutti gli oggetti colorati come i prodotti, i dépliants, gli specchi ovali, le sedie e una bimba con cui ha fatto subito amicizia. Ho pensato: “Bene!! l’impatto sembra positivo!!”. Nel frattempo le signore fanno i loro commenti:

“Ma che peccato tagliarle quei bei riccioli biondi!”

“io non li taglierei! a mia figlia non sono più ricresciuti così ricci, le sono diventati lisci dopo che glieli ho tagliati la prima volta!!!”. (mah???)

“No, è meglio tagliarli” risponde l’altra. “Con il taglio le si rinforzano!” (mah????). Nel frattempo era passata un’ora!! e meno male che avevo prenotato e che è la mia parrucchiera di fiducia!!! Arriva il nostro turno!!! Sono un pò preoccupata! avevo infatti letto che i bambini, in occasione del primo taglio, scoppiano in lacrime alla prima ciocca che cade, perchè è come se sentissero perdere una parte di sè!! per non trasmetterle il mio nervosismo, rispondo all’arrivo del nostro turno come se avessi vinto alla lotteria! “eccoci!”. Tutto inutile!!! è scoppiata in lacrime alla caduta della prima ciocca!! una tragedia!!! io non sapevo che fare, non potevo più tirarmi indietro, l’operazione andava terminata!!! Conclusione? Con i capelli tagliati era ancora più bella, se mai fosse possibile! Da allora, ogni volta che prendo il diario della sua crescita, lei vuole vedere la ciocca di capelli che ho conservato. Oggi, ricordando l’episodio di alcuni mesi fa, le ho chiesto:

“ma perchè piangevi dalla parrucchiera?” e lei:”mi spavento dello spruzzatore!!!”🙂 (le avevo lavato i capelli a casa e avevano usato il vaporizzatore per bagnarle i capelli!!)

Adesso non so se per il secondo taglio di capelli dovrei di nuovo portarla dalla parrucchiera e riprovare, oppure risparmiarle l’avventura e provare a farlo io a casa???