Galleggia o non galleggia (will it float?) è il format di un gioco molto comune nei varietà americani. David Letterman si divertiva a scoprire quali oggetti galleggiavano e quali invece affondavano. Ecco, forse mia figlia trova lo stesso divertimento…Chissà perchè, ma trova piacere a gettare tutto ciò che trova nell’acqua, atteggiamento molto comune nell’età dei “terribile twos”. Di recente, ha buttato il mio cellulare nel water, in cui sono finiti anche spazzolino da denti, caramelle e roba varia (!?!). Chi legge starà forse pensando: “ma questa bimba è lasciata incustodita?!” Vi assicuro, mi ritenevo una madre molto attenta e previdente, ma quest’anno mi sto mettendo seriamente in discussione: me ne combina sempre una, e spesso io sono a due passi da lei! Odio quelli che mi dicono: “devi stare attenta!!” Mi fanno sentire più inadeguata nel mio ruolo di mamma.

La giornata del 25 Aprile, per esempio, è stata molto intensa, con il sole che splendeva e tanta aria pura. Ho conosciuto una ragazza africana che parla benissimo l’inglese e che abita nella mia zona. I nostri figli hanno fatto amicizia, ma come spesso accade, i bambini desiderano i giochi degli altri… Suo figlio, di qualche anno più grande della mia, aveva messo gli occhi sulla macchinina della bimba. Lei, di contro desiderava il suo video game. Così decidono di scambiarsi i giochi. Il bimbo lo cede ad una condizione : “Non lo rompere!”. Lui si allontana con il gioco di mia figlia e lei tutta contenta con il giochino elettronico. “Che bello, posso rilassarmi un po’, lei sembra tranquilla!”. Penso. Come sempre ecco che me la combina!!! In un lampo la vedo gettare il giochino elettronico nell’unico posto dove c’era acqua sufficiente per bagnare il meccanismo interno. Disperata, cerco subito di asciugarlo, svito con la punta di un coltello la vite per togliere subito le batterie, ma tutto inutile! (😦 ) Sembrava che fosse stato nell’acqua del mare per mesi. A questo punto non avevo scelta!!! Imbarazzatissima, affido la bambina ai miei, e mi avvicino alla madre del bimbo, che nel frattempo si intratteneva con altre persone: “Mi dispiace tantissimo!- affermo rossa per l’imbarazzo-“ il bambino gliel’ha prestato, ma mia figlia l’ha buttato nell’acqua”… E tiro fuori il gioco ancora gocciolante.“Potrei sapere dove l’avete comprato, così glielo ricompro!!?”.😉