Amo la primavera per i colori e gli odori che regala. Quando ho un pò di tempo, porto mia figlia in campagna ad ammirare la bellezza del paesaggio. In questo periodo dell’anno i campi sono pieni di margherite gialle e di fiori colorati. Così, ho rubato alla natura qualche pennellata di giallo, raccogliendo delle margherite selvatiche. Con l’aggiunta di qualche fiore acquistato dal fioraio e con un pò di fantasia ho creato questo cesto. Ho sempre amato “creare” con le mie mani, ma dopo la nascita di mia figlia (la mia creazione più riuscita!), avevo accantonato questa mia passione. In questi giorni la tentazione è stata troppo forte…. così ci sono “ricaduta”🙂 .

Creare questo cesto è molto semplice!

Cosa occorre:

  • Una ciotola
  • Pellicola trasparente
  • Spago canapa in gomitolo
  • Colla vinilica, diluita con acqua (stessa quantità colla/acqua)
  • Pennello piatto
  • Fiori
  • Spugna da fioraio

Foderare una ciotola con pellicola trasparente. Attorcigliare lo spago, per dare più particolarità al cesto, ed iniziare ad avvolgere il filo attorno alla ciotola, passando una mano di colla vinilica ogni tre giri. Creare una trama più fitta possibile, in modo che la colla leghi bene i fili intrecciati. Un consiglio: Per cominciare si può attaccare l’estremità del filo con un nastro bi-adesivo. Se il filo è troppo rigido potete bagnarlo e diventerà più facile da lavorare, aumentando l’aderenza.

Ultimato il cesto, avrà un colore biancastro per via della colla; ma una volta asciugato il biancastro sparirà e rimarrà soltanto un effetto invecchiato, che mi affascina molto! Non sembra proprio un cesto in vimini?

Staccare delicatamente il cesto asciutto dalla ciotola (una volta asciutto risulterà rigido grazie alla colla vinilica e facile da staccare). Per abbellire il cesto ho aggiunto un nastro con fiori, che mi era stato regalato una volta con una bomboniera.

Modellare la spugna da fioraio con un coltello o un trincetto. Mettere una spugna dentro una ciotola con acqua in modo che l’assorbi tutta lentamente. In questo modo la spugna non gocciolerà. Se si vuole, si può proteggere il fondo del cesto con un pò di pellicola trasparente. Iniziare ad inserire i fiori, tagliando lo stelo molto corto.

Io ho iniziato dall’esterno perchè mi piaceva creare una cornice da riempire poi con gli altri fiori. Ho comprato le margherite grandi (gerbera) di colore giallo perchè il loro colore si intonava con le margherite selvatiche, che ho posto al centro. Gli altri fiori viola e bianchi li ho scelti perchè mi piaceva il loro nome: garofani dei poeti. Un consiglio: Le margherite hanno lo stelo morbido. Di solito i fiorai usano gli spilli per applicare questo tipo di fiori ma, essendoci mia figlia sempre alla ricerca di guai, ho usato i comuni stuzzicadenti.

Ed ecco il cesto finito! E’ la prima volta che lo faccio. Che ve ne pare? Non so se avrò più il tempo di rifarlo, ma mi piace sempre regalare le cose che creo, quindi questo si è trasformato in un regalo per la mia mamma!