Come ogni anno, da 8 anni ad oggi (cioè da quando la cultura anglofona è entrata ufficialmente a casa mia🙂 ), anche questo 31 ottobre ho preparato la zucca/lanterna, Jack ‘o lantern. Tale tradizione si rinnova ogni anno soprattutto con la nascita della mia piccola. Questa è la zucca più grande che abbia mai intagliato:



L’ho scelta tra una di queste:



Mi piace scherzare ed intagliare queste speciali lanterne. Credo, però, che le tradizioni regionali italiane non debbano essere accantonate, nonostante in molti siti italiani si legga:


 “Anche se apparentemente sembra che la celebrazione di Halloween non ci appartenga, almeno nella classica usanza di mascherarsi e di esporre zucche vuote illuminate, in realtà la notte fra il 31 ottobre e il 1° novembre rappresenta una festività che risale alle nostre più antiche tradizioni”


Da circa 10 anni, ormai, la festa anglo-americana ha contagiato anche i nostri piccoli che girano per le strade bussando alle porte delle signore ignare che spesso al suon di “dolcetto o scherzetto” chiudono il citofono credendo ad un brutto scherzo. Per questo motivo la mia Sofie, anche se oggi a scuola ha festeggiato Halloween con i suoi piccoli compagni travestiti come lei per l’occasione, domani riceverà in regalo, come tutti i bambini siciliani, un tradizionale pupo di zucchero e la frutta martorana nascosta rigorosamente sotto il letto. Dunque Happy Halloween, ma soprattutto Buon ponte di “Ognissanti” a tutti!!



Vi segnalo, inoltre, un video dell’Espresso multimedia (che ho trovato navigando in intenet) dal titolo “Halloween, zucche elettorali” che potete vedere cliccando sull’intero rigo.