Ecco un articolo suggeritomi da Fia🙂 . Beh, si! la novità del momento, la nuova Dora, la entusiasma parecchio. Dora, infatti, è cresciuta e, a sorpresa, si lascia dietro Boots, Isa, lo zainetto e tutti gli altri protagonisti della prima serie. Fia non sembra preoccuparsene più di tanto e, nonostante la sua età( 4 anni) sia inferiore alla piccola Dora (5 anni), è molto interessata a scoprire il nuovo mondo della Dora decenne.  Il marketing della nuova Dora sembra aver ceduto allo stile delle ultime bambole del momento come le Bratz, Barbie e le sue amiche, le Winx e chi più ne ha più ne metta… Anche Dora, infatti, appare con delle amiche che insieme a lei formano le Dora Girls o Explorer Girls: Dora, Naiya, Kate, Emma e Alana.  L’idea, credo, è di attirare l’attenzione delle ragazzine, delle cosiddette pre-teenagers.

La notizia della Dora cresciuta ha scatenato non poche polemiche e preoccupazioni da parte delle mamme. All’annuncio della Nickelodeon e della mattel, con relativa sagoma in nero della nuova immagine di Dora, alcuni genitori si sono opposti fortemente creando addirittura una petizione on line. La loro paura era dovuta dalla sensazione che la nuova immagine di Dora avrebbe distrutto quella della precedente Dora, genuina e sincera , a discapito invece di una nuova ragazzina che, dal loro punto di vista, appariva troppo sexy. La diatriba, per fortuna, sembra essere stata risolta quando, invece, dopo circa un mese, la sagoma è stata svelata, proiettando una Dora più cresciuta, con nuove amiche, ma ancora bilingue e con la sua rinomata passione per le esplorazioni. Esiste già una nuova  bambola di Dora che, collegata al pc, si muove, parla e le crescono i capelli. Devo dire che anche a me la piccola Dora faceva molta simpatia. Quando a Natale siamo tornati a visitare il Canada, ero molto contenta di vedere ancora i negozi invasi di vestiti e gadgets di Dora, pur se in maniera ridotta rispetto all’anno scorso. Ho provato una certa delusione nello scoprire che l’immagine di una ragazzina, molto simile ad una Bratz, avrebbe soppiantato il simpatico visino di Dora l’esploratrice. D’altronde sono molto affezionata a Dora: questa simpatica bambina bilingue ci ha aiutato tanto con l’idea di bilinguismo che abbiamo voluto trasmettere a nostra figlia, cioè come un privilegio, ma soprattutto come una normalità. La Nickelodeon assicura che la prima Dora ci sarà sempre, ma devo dire che, adesso, la Dora cresciuta sta iniziando ad affascinarmi!!